Mercati

Quando sento parlare del “nervosismo dei mercati” non riesco a fare a meno di immaginare una creatura pallida e fragile con la quale bisogna sempre misurare le parole, come certi regnanti del passato, afflitti da tare genetiche per via dei troppi matrimoni tra consanguinei.

“Come va oggi il mercato?”

“È nervoso, Eminenza, molto nervoso”.

“Cercate di non turbarlo, tornerò il prima possibile”.

01335503

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...